Facebook trova l'accordo con l'Agenzia delle entrate: verserà 100 milioni

Share

Il percorso di definizione tra Agenzia delle Entrate e Facebook, sottolinea il comunicato,"si è basato su una parziale riconfigurazione delle contestazioni iniziali, senza alcuna riduzione degli importi contestati, e darà luogo a un pagamento di oltre 100 milioni di euro complessivamente riferibili a Facebook Italy". La controversia nacque a seguito di alcuni controlli effettuati dalla Guardia di Finanza, coordinati dalla Procura di Milano. Alla fine si è arrivati all'accordo che costringerà a Facebook Italia di sborsare una cifra di poco superiore ai 100 milioni di euro.

Facebook Italy fa la pace con il Fisco.

Secondo gli investigatori, le tasse, invece che essere regolarmente pagate in italia, venivano versate in Paesi con tassazione più favorevole. È il caso ad esempio di Facebook che è ormai tra i padroni assoluti del mercato pubblicatario su internet anche in Italia.

Brexit, Sanchez non molla su Gibilterra: "Senza cambiamenti metteremo il veto"
Il punto non figura nella Dichiarazione politica sul dopo Brexit concordata tra Bruxelles e Londra , di chi oggi è circolata una bozza.

Insomma, per sei anni il fisco italiano è riuscito a incassare soltanto 100 milioni di euro da uno dei colossi della tecnologia mondiale.

"Abbiamo raggiunto un accordo con l' Agenzia delle Entrate per definire l' accertamento in corso". Pur accettando la transazione, Facebook ha ribadito che l'azienda ha sempre agito in conformità con le leggi italiane dichiarandosi comunque disposta a proseguire la collaborazione con tutte le autorità.

"Siamo orgogliosi del nostro impegno verso l'Italia a sostegno della crescita delle imprese locali e dell'ecosistema digitale nel suo complesso". Il primo esempio di questo tipo risale al lontano 2015, quando Apple chiuse tutte le controversie pendenti versando allo Stato la somma di 318 milioni di euro.

Share