Football Leaks, doping-Ramos: trovato positivo dopo la Finale di Cardiff

Share

È la misteriosa e inquietante storia - presente nelle carte di Football Leaks ottenute da Der Spiegel e analizzate da L'Espresso insieme ai giornali del consorzio Eic (European investigative collaborations) - del capitano del Real Madrid che assume un farmaco vietato prima della finale di Champions League vinta 4-1 sulla Juventus il 3 giugno 2017 a Cardiff.

Sciopero dei medici il 23 novembre 2018
Ai medici in sciopero , assicura Grillo, "dico che siamo dalla stessa parte, lavoriamo a soluzioni condivise sostenibili". Contestualmente è previsto l'aumento del fabbisogno sanitario nazionale standard per lo stesso biennio.

L'Uefa ha constatato che i risultati delle analisi fossero compatibili con quanto dichiarato dal medico a sua discolpa, e ha chiuso il caso senza punizioni per Ramos e il club. L'Uefa ha ritenuto credibile la giustificazione fornita dal medico degli spagnoli. Ma quella sera, mentre i suoi compagni festeggiavano il trionfo, il capitano del Real, il grintoso difensore Sergio Ramos venne trovato positivo ai controlli antidoping. Su questo siamo un pò dubbiosi: forse era il caso di richiedere un TUE per un ormone steroideo, ma tant'è, questa è la versione ufficiale. Il Real Madrid, invece, avrebbe infortmato l'UEFA della somministrazione di un altro farmaco simile al Desametasone: il Celestone Chronodose. Come riporta l'Espresso sulla base dei documenti di Football Leaks, a febbraio del 2017 un controllo antidoping senza preavviso, si era concluso tra grandi tensioni e proteste dei calciatori più rappresentativi del club madridista fra cui Ronaldo. A Cardiff ho ricevuto un trattamento medico standard, somministrato dai professionisti dello staff medico del club. "Anche in questi casi, come la Uefa, la Wada e il Real Madrid hanno già confermato, non ho violato alcuna norma antidoping. I miei avvocati stanno considerando ulteriori azioni per tutelare il mio onore e la mia reputazione". Una procedura irregolare, visto che i controllati non possono svolgere anche il ruolo di controllori. Il Real si e' difeso accusando il team dell'antidoping di scarsa professionalita'.

Share