Formula 1, Hamilton è campione del mondo

Share

Lewis Hamilton, né Sebastian Vettel e neppure Max Verstappen che sarebbe diventato il più giovane poleman della storia della Formula 1.

Sul podio Kimi Raikkonen, come sempre piuttosto laconico nelle dichiarazioni post gara.

La gara di ieri ha visto il trionfo dell'astro nascente Max Verstappen su Red Bull, giunto al suo secondo successo stagionale e considerato dagli addetti ai lavori come il più forte di tutti, in prospettiva. "Se per me è stato un anno difficile, per il team è stata in definitiva una buona stagione". Hamilton a un certo punto è sembrato quasi avere uno scatto migliore, salvo poi desistere alla prima curva.

Verstappen gestisce perfettamente il margine di vantaggio su Vettel, e riesce nell'impresa di conquistare, dopo una gara superba, la sua quinta vittoria in carriera.

Belen Rodriguez e Stefano De Martino: le parole che tutti aspettavamo
Si chiama Bruno Cerella , è uno sportivo e ha rubato il cuore di Belen Rodriguez . O ancora il "macellaio" che in napoletano si trasforma in "chianchiere".

RINGRAZIAMENTI A MERCEDES - Poi i ringraziamenti alla sua squadra: "Dopo la gara ero con gli ingegneri, e abbiamo bevuto insieme, è stato fantastico vederli così uniti".

ULTIMI GIRI - A 15 minuti dal termine della sessione, torna al volante Vettel, che sale davanti in 1.17.836, mentre Bottas deve fermarsi a bordo pista per un problema idraulico alla sua Mercedes.

Lewis Hamilton, ritornando ancora una volta sul Mondiale vinto domenica scorsa in Messico, ha parlato del suo rivale Sebastian Vettel, difendendolo dalle accuse piovute per il campionato sfumato. Gara solida quella di Vettel impreziosita da due bei sorpassi ai danni di Ricciardo e Hamilton. È stato uno sforzo enorme alzare il livello della competizione e gareggiare contro un quattro volte iridato e una squadra incredibile che quest'anno è stata più veloce di noi per la maggior parte della stagione. "Penso mi servirà tempo per capirlo appieno - ha detto - quando si pensa a Fangio, che per me è il padrino dei piloti da corsa, non mi è ancora chiaro il legame dei 5 mondiali come lui, non mi pare reale". Un risultato, quello conseguito dal pilota tedesco, che rafforza in classifica costruttori il quarto posto del team della Losanga, complice anche il mancato ingresso in zona punti della Haas, con Magnussen 15° e Grosjean 16°.

Sesta posizione per Hulkenberg, settimo Leclerc. I camion stanno lentamente raccogliendo le monoposto che hanno macinato chilometri, in quel di Città del Messico, e le ultime ore di fatica dei meccanici verranno ripagate da un lungo sonno e da risultati inaspettati. Raggiunta la seconda posizione capisce di non poter arrivare a Verstappen e monta le ultrasoft, dopodiché deve fare di nuovo i conti con Ricciardo che non si è fermato ai box. Più staccato Ricciardo, sesto con 146 punti.

Share