Francia, auto investe i manifestanti dei "gilet gialli", muore una donna

Share

L'automobilista è una madre che stava portando la figlia in ospedale quando è stata bloccata dai manifestanti che l'hanno circondata battendo sulla vettura.

Parigi - Una donna che partecipava alla massiccia manifestazione dei "giubbini gialli" organizzata nelle piazze di Parigi e in tutta la Francia contro l'aumento del prezzo dei carburanti, è rimasta uccisa.

Il ministro dell'Interno, Christophe Castaner, ha lanciato un appello: "Il nostro livello di preoccupazione è massimo".

Comincia tragicamente la mobilitazione dei giubbetti gialli che si propone di paralizzare oggi la Francia: un'auto ha forzato un blocco stradale in Savoia, nel sud, e una manifestante è rimasta uccisa, secondo quanto reso noto dal ministero dell'Interno. Sotto shock, la donna è stata posta in stato di fermo.

AIA, rischio scioperi dopo la violenza subita da un arbitro nel Lazio
Marcello Nicchi: "Oggi siamo arrivati al punto zero e dobbiamo ripartire per un calcio nuovo, pulito e divertente". Al di là del momento di grande attenzione che questo episodio ha generato, mi auspico una rivoluzione culturale.

Duemila azioni in corso e 47 feritiSono oltre 2.000 i punti critici dei blocchi dei 'giubbini gialli', i manifestanti contro il caro-carburante, sulle strade della Francia. L'uomo aveva sfilato il suo giubbino giallo per dissimularsi e passare facendo credere di non far parte dei manifestanti.

Gli incidenti - Sulla tangenziale di Besancon, nell'est, un automobilista esasperato dal blocco stradale ha fatto inversione di marcia provocando un incidente con due feriti. Il traffico, nella zona ovest del peripherique, è stato rallentato dai gilets jaunes che hanno invaso la carreggiata.

Sono previste circa 1.500 manifestazioni sul territorio - bloccando strade, supermercati, stazioni di servizio - di cui solo un centinaio sono state segnalate, fa sapere una fonte della polizia.

Si registrano dei feriti anche in altri incidenti. Abbiamo chiesto ai manifestanti di prendere tutte le misure di prevenzione e sicurezza. A Grande-Synthe, nel nord, in circostanze simili, sono rimasti contusi due manifestanti. La protesta dei gilet gialli - partita dai social - e' stata innescata dall'aumento dei prezzi dei carburanti ma si e' estesa a una piu' ampia denuncia della politica del governo in materia di tassazione e calo del potere d'acquisto. Finora, i blocchi dei manifestanti si sono registrati soprattutto nelle regioni del Nord e del Sud della Francia, oltre che lungo la valle del Rodano.

Share