Il Milan, Milinkovic-Savic e la telefonata a Lotito. Il retroscena di mercato

Share

Per la precisione, un prestito oneroso da 30 milioni di euro e un riscatto garantito a 90, per un'operazione complessiva da 120 milioni.

Le prestazioni di Milinkovic-Savic, troppo discontinue e poco determinanti in casa Lazio, hanno di fatto abbassato le pretese biancocelesti nei suoi confronti: impossibile chiedere più di 100 milioni per il cartellino di un centrocampista forte ma proveniente da un Mondiale giocato sottotono con la Serbia e di una stagione non all'altezza finora delle aspettative.

Sergej Milinkovic Savic avrebbe potuto giocare Lazio-Milan con la maglia rossonera.

Salvini, non siamo mercanti tappeti, basta insulti
Ora basta, la pazienza è finita", dice Salvini replicando alle critiche alla manovra del commissario europeo per gli affari economici.

Una cifra pazzesca e addirittura superiore a quella spesa dalla Juventus per strappare Cristiano Ronaldo al Real Madrid.

Nella notte tra il 16 e i 17 agosto scorsi, il Milan è stato davvero vicino a concludere, ma poi Lotito non volle tradire la promessa fatta a Simone Inzaghi. Inoltre ci sarà da battere anche la concorrenza dell'Inter, che è interessata a Milinkovic-Savic.

Il Milan invece, complice anche la sentenza in arrivo dall'UEFA per il mancato rispetto del Fair Play Finanziario, sembra al momento tagliato fuori.

Share