Juventus, risolti i contratti di Marotta e Mazzia

Share

Il club bianconero lo ha reso noto tramite un comunicato sul sito: "Juventus Football Club S.p.A. comunica che sono stati sciolti i rapporti di lavoro dirigenziale con il signor Giuseppe Marotta con il riconoscimento al medesimo dell'indennità sostitutiva di preavviso che ammonta a 361mila euro, e con Aldo Mazzia".

Beppe Marotta non è più l'amministratore delegato della Juventus.

Draghi sulla manovra italiana: "fondamentale rispettare le regole"
Oggi lo spread tra Btp e Bund si riporta stabilmente sopra la soglia dei 310 punti base, con oscillazioni attorno a 313 punti.

Assieme a Marotta lascia la Juventus anche il Chief Financial Officer Aldo Mazzia, al quale il club ha riconosciuto "l'indennità sostitutiva di preavviso per l'importo lordo di € 278.000, nonché l'ulteriore importo lordo complessivo di € 309.000 a titolo transattivo e di incentivo all'esodo". "Adesso occorre attendere i prossimi passaggi formali, ma ribadiamo - a scanso di equivoci - che la ricostruzione relativa a un accordo tra Marotta e l'Inter risalente allo scorso 26 ottobre è anacronistica, visto che stiamo parlando di 24 giorni dopo la nostra anticipazione". In settimana Marotta dovrebbe chiudere con la Juve, il dirigente rescinderà il contratto coi bianconeri e sarà così pronto per iniziare la sua nuova avventura all'Inter.

Share