Merkel: "Tutti i Paesi Ue rispettino la stabilità"

Share

Questa la secca risposta della cancelliera Angela Merkel all'eurodeputato leghista Mario Borghezio che difendeva la decisione del governo italiano di non rispettare il limite previsto del deficit strutturale nella sua legge di bilancio. Le migrazioni sono "un tema centrale che riguarda i rapporti con il nostro vicinato; dobbiamo trovare percorsi comuni e rinunciare a un pezzettino di sovranità nazionale per poter fare qualcosa insieme". I nazionalismi e gli egoismi - ha affermato - non devono più aver presa in Europa. Lo ha affermato in un intervento alla sessione plenaria dell'Europarlamento a Strasburgo.

Pare che la donna, e benedetta l'età, di ben 101 anni, ha allungato la mano alla Merkel e le chiede: "Lei è la signora Macron?".

Senso di responsabilità. Multilateralismo, incontro delle differenze, solidarietà e responsabilità le altre caratteristiche dell'Unione nella versione della cancelliera. Nel suo discorso, che come prevedibile ha causato il malumore di tutti i parlamentari, ed in particolare dei più euroscettici, ha rimarcato la necessità di mantenere: "la stabilità finanziaria che sta alla base della valuta unica e che può funzionare solo quando ogni singolo Paese membro rispetta le proprie responsabilità".

Pensioni: Upb, con quota 100 tagli 5-30% - Ultima Ora
Ma di quanto sarà la penalizzazione? "Chi andrà in pensione con quota 100 non subirà nessun taglio - garantisce -". Infine, il presidente dell'Inps, Tito Boeri , fa presente che i 'conti del Governo non tornano'.

Il presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, ha sottolineato domenica che qualsiasi esercito europeo "dovrebbe essere allineato alle forze della Nato" e non essere in opposizione o in concorrenza con le forze statunitensi.

"Restare insieme". L'emiciclo si è diviso: molti e prolungati gli applausi su vari passaggi dell'allocuzione, ma reiterati anche i sonori dissensi dei settori eurocritici (il presidente Antonio Tajani ha chiesto se in aula occorresse un veterinario!). "La pace che abbiamo oggi - ha ammonito la cancelliera - che a volte ci sembra troppo facile, questa pace è lungi dall'essere scontata e dobbiamo batterci per essa".

Share