Messico, 32enne italiano ucciso a colpi d'arma da fuoco

Share

Alessandro De Fabbio, 32 anni, detto Poppe, anche lui originario della zona tra piazza Mercato e Case Nuove, è stato ammazzato a colpi di arma da fuoco a bordo della sua automobile. Il suo corpo è stato ritrovato senza vita dalla Polizia Municipale ai bordi di una strada nel territorio del municipio di Tepechitlán, nello stato centrale di Zacates, il cadavere presentava una ferita s'arma da fuoco all'addome sul lato destro. Si tratta di Alessandro De Fabbio, 32enne napoletano. Il corpo e' ora all'Istituto Zacatecano di scienze forensi per l'autopsia, cosi' come l'auto sotto sequestro per i rilievi.

La morte di Alessandro non è collegata alla sparizione dei tre napoletani in Messico, ma bisogna ricordare che dallo scorso 31 gennaio non si ha notizia di Raffaele, Antonio e Vincenzo e che questa vicenda fa instristire i familiari dei tre partenopei. Dopo il fatto, le autorità locali si messe messe in contatto con le autorità consolari italiane e la comunicazione è arrivata ai parenti del defunto, i quali avrebbero riferito che la vittima era impegnata nella commercializzazione delle motoseghe.

Football Leaks, la Uefa avrebbe pagato le big per evitare la Superlega
Secondo alcuni documenti in possesso della piattaforma Football Leaks , il progetto Superlega avrebbe però ripreso nuovo vigore. Il tentativo di danneggiare la reputazione del Club è organizzato e chiaro.

"Ormai il Messico è un posto maledetto è un viaggio senza ritorno", scrive Russo. Non conoscevo il ragazzo ma ho pianto quando ho appreso la notizia.

Share