Midterm: dalla profuga al rapper, le new entry dem

Share

Lo spoglio non è ancora terminato, ma i Democratici dovrebbero più di 30 seggi rispetto ai 194 che avevano alla vigilia: questo dovrebbe proiettarli ben oltre i 218 seggi necessari per vincere la maggioranza di questo ramo del Congresso.

"Ci sono anche molti bambini e bambine che arrivano spaventati, che vogliono parlare per cercare di elaborare quello che gli è successo e gli sta succedendo durante l'esodo". "Siamo tutti stanchi delle divisioni", ha detto. Sembra non essersi verificata la "blue wave" ("onda azzurra" - l'azzurro in America è il colore dei Democratici, ndr) che alcuni paventavano: i Democratici hanno sì prevalso, ma senza "travolgere" i Repubblicani.

Alexandria Ocasio-Cortez aveva vinto a sorpresa le primarie dei democratici a New York per le elezioni di midterm, sconfiggendo uno dei nomi di punta del partito. I democratici ora sono in grado di bloccare i progetti di legge a firma repubblicana e di tenere il presidente sulla graticola con indagini sulle sue opache finanze e sulle interferenze russe nelle elezioni 2016.

La più grande e famosa promessa elettorale di Donald Trump rischia di fare una brutta fine: finché i Democratici controlleranno la Camera, cioè almeno per i prossimi due anni, è davvero difficile pensare che il Congresso possa stanziare i soldi necessari per costruire il muro al confine tra Texas e Messico. In Massachusetts e Connecticut per la prima volta due donne afroamericane rappresenteranno questi stati al Congresso.

Sui mercati finanziari l'esito delle elezioni di mid-term ha prodotto ieri un mini rimbalzo dei principali indici azionari americani, un indebolimento del dollaro e una discesa dei rendimenti del decennale americano. Anche in Florida, Bill Nelson, dopo un testa a testa, si è dovuto arrendere all'ex governatore repubblicano Rick Scott. Una chiamata alle urne che ha visto gli Stati Uniti ritrovarsi a esprimere il proprio giudizio sull'operato di Donald Trump. Alle elezioni di midterm li ultimi dati pubblicati sul sito della Cnn danno i dem in vantaggio con 220 seggi contro 198 alla Camera.

Marsiglia: papà Simona,'nessuna notizia' - Ultima Ora
A Marsiglia il papà di Simona viene supportato da personale del Consolato, ufficialmente la ragazza risulta tra i dispersi. La ragazza era arrivata nella città francese sei mesi fa, per specializzarsi nei suoi studi e cercare un lavoro.

Per andare su un piano più concreto: le commissioni possono tentare di acquisire le dichiarazioni dei redditi che Trump si è sempre rifiutato di diffondere, al contrario di tutti i presidenti moderni che lo hanno preceduto (e le email di Jared Kushner in cui discute dei rapporti con l'Arabia Saudita, e quelle in cui si parla degli aiuti per Porto Rico, e quelle in cui si parla della nomina di Brett Kavanaugh, e le informazioni sulle spese ufficiali dei membri del governo, e quelle sui conflitti di interesse con i business di Trump, eccetera).

La democratica Debbie Wasserman Schultz, l'ex presidente del partito democratico accusata di aver favorito Hillary Clinton su Bernie Sanders alle elezioni del 2016, ha vinto in Floridaconfermando il suo posto alla Camera.

Tra le sfide per i governatori degli stati la sfida finisce senza vincitori né vinti: i Democratici vincono in diversi stati dove governavano i Repubblicani (Illinois, New Mexico, Michigan, Kansas - quest'ultimo un "red state"). E' la proiezione dei media americani.

La vittoria Dem alla Camera rappresenta una sconfitta su scala nazionale per il partito dell'inquilino della Casa Bianca e mette in difficoltà i Repubblicani in vista delle elezioni del 2020. La parola fine al fenomeno Trump passerà probabilmente solo dalle presidenziali del 2020: ad oggi, nonostante qualche deputato in più, è tutt'altro che chiaro chi potrà scrivere quella parola.

Nello stato di New York riconfermato governatore il democratico Andrew Cuomo.

Share