Opec: domanda di petrolio prevista in calo nel 2019

Share

Le riunioni del comitato tecnico e di quello ministeriale dei Paesi Opec e non Opec, impegnati in una due giorni (che diventano tre con la grande fiera di settore Adipec) ad Abu Dhabi, non hanno dato indicazioni precise, rinviando tutto al summit del Cartello, l'organismo cui è demandata l'ufficialità delle decisioni, in programma il 6 dicembre a Vienna. "Si spera che l'Arabia Saudita e l'Opec non taglino la produzione petrolifera". Il crollo del prezzo del greggio riflette le nuove previsioni dell'Opec che indicano un rallentamento della domanda.

Grande Fratello Vip, Lory Del Santo rischia un malore: "Mi hanno massacrata"
Un uomo vero non si vede dalla cultura che ha, se vuoi avere la mia stima devi chiedere scusa a Giulia e Silvia ". Sono dovuta fuggire addirittura da chi è più vicino a me nella famiglia .

La sensazione, dunque, è che la riduzione ci sarà, anche se le dichiarazioni ufficiali dei vari ministri dell'Energia, con qualche distinguo, sono state di carattere attendista. Nel gennaio 2017 il gruppo ha attuato tagli di produzione per ridurre un surplus globale che ha causato il riacquisto dei prezzi. L'ultimo taglio di produzione è stato parzialmente annullato a giugno dopo che i prezzi del petrolio sono tornati ai massimi da 3 anni e mezzo. Dai primi di ottobre il greggio ha perso circa il 20%, precipitando sotto 60 dollari (il Wti americano) e sotto 70 dollari (il Brent). Prendendo la posizione opposta, il ministro dell'Energia russo Alexander Novak ha dichiarato di non essere convinto che il mercato petrolifero rimarrà sovraffollato nel 2019.

Share