Reddito di cittadinanza, Trento fra le ultime province aventi diritto

Share

Ma esistono anche dei possibili effetti collaterali del reddito di cittadinanza, che in caso di introduzione potrebbe essere sfruttato in maniera 'furbesca' per ottenere un doppio assegno, quello del lavoro e quello del reddito. A seguire ci sono Napoli, Palermo e Caltanissetta.

In provincia di Cremona solo il 5,7% delle famiglie è interessato al reddito di cittadinanza: 8.800 famiglie in tutto, su un totale di circa 149.800 nuclei presenti nel territorio. Lo dice la graduatoria stilata oggi dal Sole 24 Ore, sulla base delle prime indicazioni del Governo e degli Isee ordinari presentati nel 2016, l'ultimo dato disponibile.

Secondo quanto annunciato online dal Movimento 5 Stelle, il reddito di cittadinanza sarà destinato alle famiglie con un Isee fino a 9.360 euro annui. I paletti esatti entro cui si muoverà la misura non sono ancora stati fissati, ci sarà per questo un decreto ad hoc, ricorda il quotidiano, ma i dati storici dell'isee permettono almeno di ragionare sulla platea beneficiaria della misura. E sul riparto dei 9 miliardi stanziati dalla manovra di Bilancio 2019. All'ultimo posto della classifica, secondo il Sole 24 ore, c'è Bolzano dove solo una faglia su 40 accederebbe al reddito di cittadinanza, mentre per quanro rigiarda Belluno e Sondrio una famiglia su 30, a Varese una su 20.

Morto il regista Max Croci: aveva diretto "La verita, vi spiego, sull'amore"
Il funerale di Max Croci si terrà sabato 10, alle 14, nella chiesa dei Frati nella sua Busto Arsizio . Le uscite nell'ultimo anno si erano diradate a causa della malattia che avanzava senza fermarsi.

I soldi non bastano, perchè le famiglie bisognose sono molte di più di quelle preventivate. Tra le province lombarde, quella con più famiglie che avrebbero diritto all'erogazione è Brescia, al 52º posto della classifica (8,2%), seguita da Mantova al 64º (7.6%), da Lodi all'83º (6,9%), da Milano all'86º (6,7%) e da Pavia al 91º (6,5%).

Si spiegano anche così le voci circolate nei giorni scorsi, che mettono in discussione gli annunci precedenti.

Share