Superbike: Rea primo nei test di Jerez

Share

Il centauro della Ducati Danilo Petrucci è soddisfatto il giorno dopo la prima giornata di test a Jerez: "Finire davanti a tutti è una bella soddisfazione, anche se oggi non porta punti".

La due giorni andalusa ci ha detto che Rea è ancora una spanna sopra gli altri. Danilo Petrucci (Ducati Team) mette a referto il miglior tempo: 1:37.968s, vicino al passaggio della pole del GP nel maggio scorso. Per "Pocket Rocket" record di giri oggi, ben 101 con una moto sola, dopo la caduta di lunedì, e terza tempo in 1:39.766 a poco più di 1 secondo dal compagno. Buonissimo il primo approccio di Alvaro con la Superbike e la Panigale V4R, in particolare che a detta dello spagnolo si guida come una 250 pur avendo 234 cv di potenza. Andrea Iannone, su Aprilia, è 11° (+1.040), subito avanti al trio composto da Tito Rabat, Ducati Avintia (+1.129), da Alex Rins, Suzuki (+1.182), e da Francesco Bagnaia, Ducati Pramac (+1.189). Dietro a Van Der Mark le due Yamaha del team GRT con Marco Melandri e Sandro Cortese. "Sicuramente sia lui che io siamo stati veloci sul passo".

Alla Croazia l'ultima Coppa Davis "vecchio stile"
Cilic ha 30 anni e può giocare ai massimi livelli ancora per qualche stagione. Il secondo singolare è fra Marin Cilic e Jo-Wilfried Tsonga .

Presente in pista anche una sparuta minoranza di piloti del Mondiale Supersport, con Raffaele De Rosa firmatario della giornata davanti a Mahias (Puccetti), Okubo (Puccetti) e Badovini (Pedercini).

La sessione odierna è scattata alle ore 9:30, ma i team hanno preferito aspettare sino alle 11:30 a causa delle temperature troppo basse dell'asfalto che non avrebbero permesso di raccogliere dati significativi. La sua funzione è di migliorare la stabilità della moto. "La prossima settimana mi opererò alla spalla infortunata, poi inizierò la preparazione per essere al 100% ai prossimi test".

Share