Cala il Pil, Confindustria: "Manovra da riequilibrare"

Share

"I posti di lavoro non si creano con l'assistenza", ha aggiunto.

L'argomento manovra è stato toccato dal presidente di Confindustria anche in un incontro a Bologna: "La situazione - conferma - è delicata, speriamo che il governo recuperi il buon senso e si ponga i fini di crescita che riguardano l'interesse nazionale". "Siamo qui da sei mesi - ha ribadito - ascolterò tutti, incontrerò tutti, ma lasciateci lavorare". Poi aggiunge: "Una promessa a Di Maio: se ci convoca tutti non lo contamineremo". A Salvini, che ha preso molti voti al Nord, dico di preoccuparsi dello spread. "Se siamo qui significa che siamo a un punto quasi limite di pazienza, per mettere insieme 12 associazioni tra cui alcune concorrenti tra loro".

A maggior ragione perche' in questo momento "vediamo un Paese in uno stato un po' di confusione - affonda il colpo il presidente di Confindustria - non si dovrebbe dibattere di cantieri da chiudere. La politica è una cosa troppo importante per lasciarla solo ai politici". "I dati del PIL e la manifestazione di Torino sono due chiari segnali che il Governo deve assolutamente cambiare strada". "Si parte dalla Tav, si pone la questione infrastrutture in senso largo, grandi e piccole, e si pone un auspicio che è quello di attenzione alla crescita", afferma Boccia. Ritornare ai fondamentali dell'economia e' un dovere della politica e del Governo del Paese.

G20, niente lotta al protezionismo nel testo finale. Trump: "Un successo"
Gli Stati Uniti e la Cina sono bloccati in una disputa sul loro squilibrio commerciale e sulle politiche tecnologiche di Pechino. Se non ci riescono, gli aumenti tariffari statunitensi entreranno in vigore sui $ 200 miliardi delle importazioni cinesi.

Il pericolo di una nuova recessione per l'Italia è reale? I No Tav suggeriscono quindi di "fare due conti, visto che a Torino e in 11 comuni della provincia e in tutte le regioni della pianura Padana scatterà il blocco del traffico a causa dell'inquinamento da polveri Pm10, che soffoca una vasta area del Paese con relativi effetti sulla salute".

E sulla manovra, Salvini non cambia rotta e manda ancora una volta un messaggio all'Europa: "È una manovra seria, non dipende dallo zero virgola, ma dai contenuti, una manovra che ha degli investimenti che non ci sono mai stati negli anni precedenti".

Share