Di Maio: "Autonomia del Veneto nel Cdm a dicembre"

Share

Giunto a Spresiano per visitare l'impianto di trattamento rifiuti di Contarina Spa, nel Trevigiano, il vicepremier Luigi Di Maio ha voluto rispondere alla lettera che i presidenti di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna nei giorni scorsi avevano inviato al Governo per sollecitarlo a mantenere gli impegni circa l'attuazione della richiesta di autonomia da parte delle regioni.

"L'autonomia del Veneto si deve dare il prima possibile, perché i veneti hanno votato un referendum che non deve essere disatteso", queste le chiare parole di Di Maio riportate dal sito di RaiNews .

"Stiamo lavorando con i ministri competenti per dare l'autonomia sulle materie richieste prima possibile". "Nei vari consigli dei ministri di dicembre occorre affrontare questo tema", assicura Luigi Di Maio e aggiunge: "Non perderemo o prenderemo tempo: i veneti avranno l'autonomia in tempi certi ".

In occasione della visita a Spresiano, il vicepremier Di Maio è intervenuto anche sul reddito di cittadinanza e sul negoziato del Governo con l'Europa in merito alla Manovra.

Euro 2020, i gironi: Italia con Bosnia, Finlandia, Grecia, Armenia e Liechtenstein
Non bisogna dargli neanche peso, perchè potremmo dare coraggio a persone squallide che ancora scrivono queste cose". Le prime due classificate dei dieci gironi si qualificheranno in via diretta per la fase finale.

"Oggi è una bella giornata vedere i due vicepresidenti del Consiglio dei ministri, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, parlare della nostra autonomia, che è sempre stata a pieno titolo nell'agenda del governo".

Il ministro dell'Interno si è soffermato anche sul reddito di cittadinanza: "Non ci sarà nessun cambiamento".

"È una misura - continua Di Maio - di politiche attive del lavoro".

"Non fermiamoci ai numerini". "Poi, nella trattativa, se non si chiede al governo Di tradire gli italiani, perche' noi non tradiremo gli italiani - ha concluso - possiamo portare avanti tutti i punti Di caduta e compromessi che vogliamo". "Se l'economia rischia di fermarsi noi dobbiamo fare una manovra che mette soldi nell'economia", ha aggiunto Di Maio, sull'eventuale previsione di abbassamento del rapporto fra deficit e Pil al 2%.

Share