Fattura elettronica, i controlli del sistema di interscambio

Share

Ci si attende, dunque, un cambiamento epocale a cui dovranno adattarsi le aziende ed i professionisti italiani, visto che nel resto d'Europa questa regola non vige.

Domande, grande interesse e partecipazione.

In conclusione, per la loro documentazione, non vi è obbligo di emettere fattura né scontrino o ricevuta fiscale.

Con la Risposta n. 96 pubblicata ieri l'Agenzia delle Entrate ha fornito un chiarimento al quesito posto da una società che svolge numerose attività via internet, quali la progettazione e realizzazione di un portale per gestire gli spostamenti e attività, turistiche, ricreative, ludiche, o sportive, la promozione e realizzazione di eventi e siti di natura turistica, culturale e/o ricreativa, e ancora la realizzazione di siti, applicazioni, portali, radio, tv, web tv, iptv, mobile tv, giornali, periodici. Pertanto, ad esempio, per una fattura elettronica di acquisto che riporta la data del 30 gennaio 2019 ed è ricevuta attraverso il SdI il giorno 1 febbraio 2019, potrà essere esercitato il diritto alla detrazione dell'imposta con riferimento al mese di gennaio. In definitiva, quindi, i dati obbligatori da riportare nella fattura elettronica sono gli stessi che si riportavano nelle fatture cartacee oltre all'indirizzo telematico dove il cliente vuole che venga consegnata la fattura.

A gennaio il Qatar lascerà l'Opec
La prima conseguenza dell'annuncio è l'aumento del prezzo del greggio sulle borse mondiali, salito a quasi 54 dollari per barile. Secondo gli analisti, al prossimo vertice ci sarà un taglio di 1-1,4 milioni di barili al giorno rispetto a ottobre.

Le fatture elettroniche emesse nei confronti dei consumatori finali sono rese ad essi disponibili dai servizi telematici dell'Agenzia delle entrate; una copia della fattura o in formato elettronico o in formato analogico sarà messa a disposizione del privato consumatore direttamente dal cedente o prestatore, in altri termini, da chi emette la fattura. Basterà prendere dimestichezza col nuovo linguaggio, che parte dal basilare "codice destinatario" un codice alfanumerico di sette cifre che diventerà importante tanto quanto il codice fiscale, e la fattura non sarà altro che un file xml con necessaria notifica (altro file xml). È il bilancio dell'incontro-dibattito sulla fatturazione elettronica organizzato dalla Lista Civica Giovani Sestesi in data 28 novembre 2018 presso la Sala Affreschi di Villa De Ponti.

Il Sottosegretario all'Economia Massimo Bitonci ha rilevato inoltre come dal settembre 2019 sarà avviato anche il regime sanzionatorio legato alla fattura elettronica, con i primi otto mesi dell'anno che saranno considerati come periodo di prova e assestamento per tutti. 1, comma 2, della Legge n. 196/2009, nonché con le Amministrazioni autonome, anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili, deve essere effettuata esclusivamente in forma elettronica.

Nel caso riceva una fattura per merce mai acquistata, cosa devo fare?

Share