Gabriel Garko sulla presunta omosessualità: "Di smentire non ho più voglia"

Share

Questo il motivo per cui negli ultimi mesi il volto di Garko non è stato più così tanto presente in televisione. "Chi è risolto non avrà mai bisogno di tacciare qualcun altro di quello che non è, come se poi fosse deplorevole essere omosessuale", dice Gabriel Garko. Un modo di vedere la vita che in molti, specialmente nell'ultimo periodo, stanno abbracciando e che l'attore ha deciso di vivere completamente, anche per cercare di superare le delusioni amorose. Il 46enne attore ed ex modello, ha qui confessato di aver avuto necessità di un po' di tempo per ricaricare le batterie e per poter ritornare più forte di prima.

Oggi, però, Garko sembra aver ritrovato una certa serenità: "Ho trovato una pace interiore che prima tutto sommato non avevo", ha dichiarato, "grazie a persone amiche e a libri sul pensiero e sulla fisica quantistica". Se non è confermato l'indirizzo mail, il commento resterà in attesa di approvazione.

Per concludere, infine, con alcune amare riflessioni sulla realtà che ci circonda e sul mondo sempre più assuefatto ai social network: "Mi fanno soffrire le cose brutte e false. Ho tagliato via i rami secchi, ho messo virgole dove serviva un punto e vicino a me ho scelto di avere solo due tipi di persone: quelle con le quali sto bene e condivido tutto e quelle di cui beneficio a uso e consumo", ha aggiunto Garko. Compresa la leggenda sulla mia omosessualità.

Gabriel Garko: “Io omosessuale? Solo una leggenda. Mi sono ritirato per un po’ per ritrovarmi”

Parentesi piuttosto importante ha riguardato le accuse che hanno più volte colpito Garko nel corso della sua carriera: quella di avere storie d'amore contrattualizzate e di mentire sulla sua omosessualità. "Il mio rapporto con i social è cambiato perché non voglio far parte del gioco al massacro e della condivisione forzata".

Gabriel Garko affronta anche il tema dell'amore nell'intervista rilasciata al settimanale di Signorini: "Sono profondamente spaventato dall'amore e, mai come oggi, non so più se è meglio darsi o egoisticamente ricevere e basta".

Laura Pausini e Biagio Antonacci, il tour negli stadi arriva a Cagliari
L'appuntamento con le due icone della musica italiana è fissato al 27 luglio allo Stadio San Filippo . Dieci appuntamenti live negli stadi italiani, con duetti inediti, grandi classici e recenti hit .

Share