Geriatri: aspettativa vita più lunga. Oggi si è anziani a 75 anni

Share

Ma ci sono altri aspetti preoccupanti.

Da oggi la popolazione italiana può considerarsi dunque più giovane, visto che l'ufficialità dello slittamento ai 75 anni arriva dal Congresso nazionale della Società italiana di gerontologia e geriatria (Sigg) che si tiene a Roma. Quindi chi ha meno di 75 anni si vesta tranquillamente come un quarantenne e si atteggi a persona vitale, dinamica, espansiva.

L'annuncio è stato fatto dal professor Niccolò Marchionni, professore ordinario dell'Università di Firenze e direttore del Dipartimento cardiovascolare presso l'Ospedale Careggi.

"Un 65enne di oggi ha la forma fisica e cognitiva di un 40-45enne di trent'anni fa".

Caso Regeni: anche l'Egitto sospende i rapporti con l'Italia
Il parlamento egiziano , dal canto suo, ha giudicato quella dell'assemblea legislativa italiana una "ingiustificata... iniziativa unilaterale".

"Alziamo l'asticella dell'età a una soglia adattata alle attuali aspettative di vita nei Paesi con sviluppo avanzato".

Insomma il concetto di anzianità non è qualcosa di statico, bensì risente delle: "mutate condizioni demografiche ed epidemiologiche". "Cinquant'anni fa - prosegue l'esperto - la speranza media di vita degli italiani era di 60 anni, attualmente è di 85 anni per le donne e di 82 per gli uomini".

La terza età va dai 75 anni. "Nel 2040, cioè tra soli 20 anni, saremo in una situazione ingestibile, avremo una sproporzione enorme tra anziani che vanno assistiti e numero di giovani che se ne prendono cura. Ma l'anziano nella dimensione politica e nei piani della politica non esiste: è solo una bandiera da sventolare per fini propagandistici", denuncia il presidente della Sigg Raffaele Antonelli Incalzi.

Siamo davanti un ribaltamento radicale delle credenze societarie di un tempo, credenze che sono cambiate in maniera netta e completa anche grazie ai numerosi progressi posti in essere dalla medicina, che ha portato all'interno della società azioni preventive e curative delle malattie, sino ad ogni sconosciute.

Share