Lutto in casa Fiorentina: E’ morto un ex allenatore viola

Share

Delle sue squadre, tra le prime a esprimere il cordoglio la Roma che su Twitter "piange la scomparsa di Luigi Radice, allenatore giallorosso nella stagione 1989-90". Da tempo malato di Alzheimer, l'allenatore si è seduto anche sulle panchine di Milan, Fiorentina, Roma e Inter.

Il calcio italiano piange Gigi Radice.

Lunga la carriera di Gigi Radice, prima come terzino destro e poi come allenatore. È la figura di un calcio che non c'è più. "Dispiace perché purtroppo se ne è andato soffrendo un po". Nei campionati successivi raggiunse in granata il 2°, 3°, 5° posto.

Il museo garibaldino di Mentana alla Fiera Più Libri Più Liberi
Tema centrale dell'iniziativa promossa dall'AIE ( Associazione Italiana Editori ) è " Per un nuovo umanesimo ". Si confronteranno Pablo De La Vega e Carmen Prestia , moderati da Stefano Salis .

Radice rimase coinvolto, il 17 aprile 1979, di un grave incidente stradale sull'Autostrada dei Fiori, assieme all'ex calciatore Paolo Barison, che perse la vita. Nella stagione 1979-80 fu esonerato dal Torino, con la squadra in zona retrocessione. Tornato sotto le Due Torri nel 1990 per sostituire Franco Scoglio, con i felsinei ultimi in classifica, li trascinò fino ai quarti di UEFA ma non riuscì ad evitare la retrocessione. Assunto da Cecchi Gori dopo l'esonero di Sebastião Lazaroni, portò i viola alla salvezza.

Successivamente tornò a Cagliari nel 1993-94, per il torneo 1995-96 fu al Genoa.

Il 17 maggio 1976 il Torino tornò ad essere campione d'Italia dopo 27 anni e al timone c'era Gigi Radice. Chiuse la carriera sulla panchina sulla quale aveva esordito: quella del Monza, guidato alla promozione in Serie B al termine della stagione 1996-97. "Il mantra era 'noi non siamo qui per prendere in giro la gente ma dobbiamo offrire un calcio bello e divertente'", si legge nel testo che ricorda alcune sue celebri affermazioni.

Share