È morto l'attore Ennio Fantastichini, aveva 63 anni

Share

È 'Il Mattino' a riportare la notizia. L'attore era malato di leucemia e, da 15 giorni, si trovava ricoverato al reparto rianimazione del Policlinico Federico II di Napoli per via di un'aggravamento delle condizioni di salute. Secondo i primi dettagli trapelati, è stato stroncato da una grave emorragia cerebrale conseguenza di una leucemia acuta promielocitica che aveva già interessato cervello, polmoni e intestino. A nulla sono valsi i tentativi dell'equipe del professore Giuseppe Servillo.

Ennio Fantastichini ha alle spalle una lunghissima e brillante carriera sia nel teatro che nel cinema.

Il suo più grande successo fu nel 1989 con il film Porte Aperte di Gianni Amelio, per cui vinse diversi premi, tra cui il Nastro d'Argento e lo European Film Awards.

I senesi Deschema a Sanremo Giovani
Il direttore artistico: "Agli esclusi ricordo che anche me dissero che non avrei fatto nulla nella musica". Intanto impazza il totonomi su chi potrà davvero partecipare.

L'esordio nel cinema risale al 1982 con la pellicola "Fuori un giorno".

Nel 2010 ha vinto il David di Donatello come miglior attore non protagonista per il film Mine Vaganti di Ferzan Ozpetek.

Share