Pamela Anderson attacca Salvini: "Preoccupata per l'Italia"

Share

L'attrice, resa famosa dal telefilm 'Baywatch', ha affidato al suo profilo twitter una serie di critiche rivolte al ministro degli Interni italiano, prendendo spunto dai disordini causati dai gilet gialli: "Salvini ha detto che "Macron è un problema per i francesi", pensando che ciò che sta accadendo in Francia è qualcosa che riguarda solo i francesi".

Il primo tweet, mercoledì pomeriggio, comincia con un innocuo pensiero rivolto al nostro Paese, con alcuni chiari riferimenti alla situazione politica italiana: "L'Italia è un Paese meraviglioso, lo amo tanto, amo il cibo, la moda, la storia, l'arte, ma sono molto preoccupata dalle tendenze che mi ricordano gli anni '30". La popolare attrice americana, infatti, nelle ultime ore ha fatto parlare molto di sé per una raffica di messaggi poco teneri all'indirizzo di Matteo Salvini, dimostrando un acume e una lucidità sorprendenti per chi la etichetta ancora solo come la giunonica bagnina in costume rosso. Secondo la Anderson le proteste "sono il risultato delle crescenti tensioni innescate dai politici rappresentati da Macron e il 99% della popolazione che è stanca della disuguaglianza".

A cosa si deve la difficoltà attuale? Questo è sbagliato. La soluzione non è più Macron o più Salvini, che hanno bisogno l'uno dell'altro e si rafforzano a vicenda.

Terremoto in Nuova Caledonia, evacuata la costa
Una fortissima scossa di terremoto si è verificata circa 3 ore fa il Sud dell'Oceano Pacifico . Il terremoto è avvenuto in mare, a una profondità di circa 30 km.

Per Pamela Anderson, infatti, prima delle singole nazionalità esiste quella realtà comune da difendere chiamata Europa: "Ciò che sta accadendo in Francia è un problema europeo, allo stesso modo le misure anti-immigrati e lo scivolamento verso una nuova forma di fascismo in Italia sono problemi europei".

Un discorso importante quello della Anderson, che avrebbe meritato una risposta da parte di chi era stato chiamato in causa. Tra questi, ha citato la paura e l'insicurezza in tutti i segmenti della società, gli attacchi quotidiani contro i rifugiati e i migranti, la profonda crisi economica.

Share