Parte onda verde: nella manovra incentivi alle auto elettriche

Share

Un emendamento approvato in commissione Bilancio della Camera prevede fino a 6.000 euro per chi compra una vettura 100% green. L'annuncio è arrivato dal sottosegretario cinquestelle ai Trasporti Michele Dell'Orco su Facebook.

"Oggi abbiamo raggiunto un grande primo traguardo per un futuro a mobilità sostenibile".

Racing Point è il nuovo nome della Force India
Ora che Esteban Ocon ha lasciato la scuderia, Sergio Perez ha ammesso di non essere mai andato d'accordo con il pilota francese durante il loro periodo insieme a Force India . "Questo e' l'inizio di un viaggio incredibilmente emozionante nella mia carriera in Formula Uno".

Lo ha annunciato il Vice Premier Luigi Di Maio, dando implicitamente una scadenza entro la quale dovrebbe avvenire il varo del provvedimento, ovvero il 15 dicembre. In attesa che la proposta sia formulata nei dettagli, conta valutarne l'impatto, cioè; la capacità; di fornire una exit strategy ai possessori di vetture euro 4, che nel nostro Paese sono oltre 13 milioni. Secondo loro con l'approvazione di un emendamento alla legge di bilancio, infatti, è stato introdotto per la prima volta in Italia un contributo per l'acquisto di autovetture, basato sul meccanismo del bonus/malus ecologico".Il funzionamento è questo: "dal 1 gennaio 2019 e per i successivi tre anni - spiegano i due esponenti del governo- chi acquisterà e immatricolerà in italia un'autovettura nuova elettrica, ibrida o alimentata a metano, si vedrà riconosciuto un contributo economico fino a 6mila euro, calcolato sulla base della co2 emessa per chilometro.Chi, invece, ne comprerà una nuova alimentata con carburanti più inquinanti, dovrà pagare un'imposta che, anche in questo caso, sarà legata alle emissioni di co2 del veicolo. Più nello specifico, le auto che emetteranno sino a 20 g/km di CO2, sostanzialmente le auto elettriche, potranno beneficiare di un incentivo di 6000 euro. Tuttavia non copre completamente il differenziale di costo fra un'auto nuova elettrica e un'auto nuova a motore termico.

L'acquisto di auto che emettono fra i 90 e i 109 g/km di CO2 non gode di incentivi né sarebbe tassato, mentre dai 110 g/km in su si inizierebbe a pagare la nuova tassa: 150 euro fra i 110 e i 120 g/km (in questa fascia, per fare un esempio, c'è la Citroen C3 mille benzina da 68 CV), 300 euro fra i 120 e i 130 g/km (un altro esempio, la Fiat 500 1.2 a benzina da 69 CV), 400 euro fra i 130 e i 140 g/km, 500 fra i 140 e i 150 g/km.

Share