Piaggio Aero, protestano i lavoratori. Di Maio: "Lunedì il commissario"

Share

Gli operai questa mattina alle 6 si sono riuniti in picchetto davanti ai cancelli dello stabilimento della società a Villanova Albenga, in provincia di Savona, per poi avanzare in corteo verso la Aurelia Bis.

"Lunedì, massimo martedì mattina avremo il nome del nuovo commissario e pagheremo gli stipendi", ha intanto rassicurato il ministro dello Sviluppo, Luigi Di Maio, a margine di un evento.

"Non bastava, la crisi, il crollo del ponte Morandi, i fenomeni atmosferici che hanno distrutto la costa Ligure, ci si doveva mettere anche il Governo che invece di aiutare la Liguria gli sta dando una botta di grazia _ denuncia Alessandro Vella, segretariogenerale Fim Cisl _ come abbiamo segnalato più volte in queste settimane come Fim Cisl la vertenza Piaggio è la goccia che rischia di far traboccare il vaso della la tenuta sociale". Il vertice, incentrato proprio sul pagamento degli stipendi, è stato di fatto reso inutile da quel comunicato e non è mai avvenuto. "Serve subito - dice - il finanziamento al del programma P2HH fermo da 8 mesi per volontà politica e senza mai assumersi la responsabilità di decidere per assicurare continuità lavorativa e di prospettiva a tutta la Piaggio Aero". Dopo l'annuncio del ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio che lunedì prossimo verrà nominato il commissario e saranno pagati gli stipendi, i lavoratori di Piaggio Aero che stavano manifestando con cortei e presidi a Villanova d'Albenga e a Genova hanno deciso di interrompere le proteste.

F1, Padre Georg: "Ho incontrato Schumacher e so come si sente"
Il Natale è la festa della nascita di Cristo, l'incarnazione dell'amore divino". La famiglia è un nido protettivo di cui Michael ha assolutamente bisogno .

Lunedì procederemo infatti con la nomina del Commissario straordinario per Piaggio Aero, il cui primo atto sarà il pagamento immediato degli stipendi dei lavoratori.

Una delegazione di lavoratori, con i rappresentanti sindacali è stata convocata in prefettura dove si è tenuto un incontro con il governatore Giovanni Toti, il sindaco Marco Bucci e il prefetto Fiamma Spena. I lavoratori sono tornati in fabbrica ma lo sciopero di 8 ore è andato avanti. "So che i lavoratori hanno già avuto tanta pazienza - ha aggiunto - ma gli chiedo di aspettare altri pochi giorni e di fidarsi di noi".

Share