Terremoto in Nuova Caledonia, evacuata la costa

Share

Una fortissima scossa di terremoto si è verificata circa 3 ore fa il Sud dell'Oceano Pacifico.

Nella giornata di mercoledì 5 dicembre, il territorio della Nuova Caledonia è stato colpito da una serie di forti scosse di terremoto. Dopo il sisma era stata diramata una allerta tsunami e successivamente il Pacific Tsunami Warning Center aveva confermato che onde di 1-3 metri di altezza avrebbero colppito alcune aree costiere della Nuova Caledonia e di Vanuato. Il terremoto è avvenuto in mare, a una profondità di circa 30 km.

Di Maio: "Autonomia del Veneto nel Cdm a dicembre"
In occasione della visita a Spresiano , il vicepremier Di Maio è intervenuto anche sul reddito di cittadinanza ... sul del con l'Europa merito Manovra . "Oggi è bella vedere due del dei , Salvini Luigi Maio , della autonomia , è stata pieno nell'agenda governo ".

Un secondo terremoto di magnitudo 6,6 poi ha colpito la Nuova Caledonia: secondo i dati dello Us Geological Survey (Usgs), il nuovo sisma ha colpito alle 7.43 del mattino, ora italiana, a 192 chilometri a est-sud-est della città di Tadine, sulle isole della Lealtà, in Nuova Caledonia, con epicentro a dieci chilometri di profondità. "Se non hai tempo per preparare la tua evacuazione, spostati ad oltre 300 metri dalla costa e / o raggiungi un'altezza di oltre 12 metri", ha avvertito la Direzione per la Protezione Civile e la Gestione dei Rischi della Nuova Caledonia (DSCGR).

Dopo i terremoti principali e più forti, i sismografi hanno continuato a rilevare scosse di assestamento, alcune delle quali di forte intensità.

Share